Sintesi degli esiti dell’OST

18 Dic
 “Cosa deve assolutamente esserci nella Casa del Quartiere Isola perché sia veramente la nostra casa?”

di Marianella Sclavi

Le proposte  emerse e discusse configurano una Casa di Q dotata dei seguenti spazi e relative funzioni:

–   un bar –caffetteria, concerti –aperitivo, con possibilità a di mangiare una torta fatta in casa sia nel giardino che all’interno (proposte 1, 2 , 3, 5, 8, 9 )

–  una cucina attrezzata utilizzata normalmente per ristoro, ma per alcune giornate a disposizione degli abitanti per cene private (proposte: 1, 5, 8 )

–  sala insonorizzata, con indicate le dimensioni in 25/30 mq. (proposte: 1, 2, 7, 8 )

–   auditorium per concerti, balli, cori ecc (proposte: 2)

–  ampio spazio ( “Piazza abitabile”) per incontri numerosi, anche assemblee studentesche, e spettacoli teatrali da valutare se sia sovrapponibile all’auditorium (proposte 3, 5, 6)

–  sale di varie dimensioni per corsi di vario tipo, proposti e frequentati liberamente da chiunque sia interessato, doposcuola ecc. (proposte 1, 7, 8, 9)

–  spazi attrezzati per navigare su Internet e per corsi relativi per anziani e altro. (Proposte: 1, 11)

–  laboratorio/ludoteca per bambini (proposte 2, 8, 9)

–  biblioteca per attrarre chi normalmente non legge libri, con discussione in corso su come trovare un finanziamento  (proposta 11)

–  spazio per “interlocuzione efficace”: sportello del cittadino/ costituzione di un centro sulle modalità di comunicazione fra cittadini e con PA/ mediazione dei conflitti e metodi partecipativi / boutique du droit/ rapporti con volontariato europeo,  ecc.. (proposte 3, 4, 7, 10, 12)

– indicazioni sulla struttura architettonica della Casa: “Un edificio a corte sviluppato in orizzontale piuttosto che in verticale, per favorire la accessibilità, a ferro di cavallo aperto) con vetrate trasparenti come pareti. (proposta 5)

– Discussione in corso sulle modalità di gestione di una tale struttura  che deve auto-finanziarsi.  (proposte 2, 12)

Come si vede, benché l’Ost sia uno spazio ideativo partecipato totalmente gestito dai partecipanti, apparentemente anarchico, i suoi esiti di solito e anche in questo caso sono molto precisi, più completi e specialmente più condivisi di tante riunioni pre-orientate.

 

Una Risposta a “Sintesi degli esiti dell’OST”

  1. gannoscia 19 dicembre 2012 a 13:31 #

    Non avevo dubbi il lavoro svolto dal FORMEZ negli ultimi 3 anni ha dato i suoi frutti. Esempio è il risultato raggiunto: Speriamo che si possa realizzare. Auguri per il nuovo anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: